Stai pensando di abbattere i costi di energia?

Produrre energia grazie al fotovoltaico

Progettiamo ed installiamo impianti fotovoltaici di qualsiasi dimensione, sia per uso privato che per uso industriale.

E’ sufficiente un tetto  ben esposto al sole (Sud,Est o Ovest) per avere un impianto fotovoltaico che permette interessanti risparmi sulla bolletta elettrica (fino all’ 80%) e mette al riparo dall’ aumento dei prezzi dell’energia.

Se valutato come un investimento, l’impianto fotovoltaico domestico offre dei rendimenti nella maggior parte dei casi maggiori del 10% annuo.

Il primo passo da compiere è un’analisi di fattibilità del progetto. Grazie a moderne tecnologie valuteremo il sito di installazione e l’energia reale prodotta. Questi dati ci permetteranno di sviluppare un conto economico dettagliato che ci fornirà importanti informazioni sulla bontà dell’investimento.

Il Fotovoltaico residenziale

Quando parliamo di fotovoltaico residenziale intendiamo quella tecnologia che permette di produrre energia elettrica là dove serve, direttamente in casa del consumatore: per usare un termine molto in voga nel settore alimentare, si tratta di energia “a chilometro zero”.

Un sistema di produzione/consumo dell’energia di questo tipo rientra nei cosiddetti SEU (Sistemi Efficienti di Utenza), cioè quei sistemi che producono energia da fonti rinnovabili e la mettono a disposizione di un solo utente senza utilizzare una rete di distribuzione dell’energia. L’energia prodotta da un impianto fotovoltaico residenziale di questo tipo non è gravata da costi di trasmissione e distribuzione dell’energia e non è assoggettata al pagamento di oneri di sistema o accise: insomma, una volta pagato l’impianto, l’energia è prodotta a costo (quasi) zero.

Un impianto fotovoltaico residenziale può essere realizzato da chiunque possegga un’abitazione con un tetto o uno spazio sufficiente: casa singola, porzione di bifamiliare, appartamento in un condominio. Anche il condominio stesso può realizzare un impianto per alimentare le utenze comuni (luce scale, forza motrice di ascensori e pompe, etc.). Nel caso di appartamento in un condominio è possibile utilizzare oltre agli spazi privati una porzione degli spazi comuni (solitamente il tetto), nel rispetto della legge sulla comunione. Non è invece possibile realizzare un impianto condominiale e dividere l’energia tra i condomini per il loro uso privato: con i regolamenti attuali questo viene visto come una forma di distribuzione, e quindi una violazione del principio alla base dei SEU.

Se invece l’impianto residenziale è realizzato dal proprietario dell’immobile, dato poi in affitto, ci si trova in presenza di un fruitore dell’energia prodotta diverso dal proprietario dell’impianto. Questa situazione è regolamentata dal regime di SEU: il produttore/proprietario dovrà vendere tutta l’energia prodotta al consumatore/inquilino; il consumatore/inquilino potrà vendere l’energia che non avrà consumato immettendola in rete, con il meccanismo dello scambio sul posto.

Il nostro servizio “chiavi in mano” comprende tutte le fasi necessarie alla corretta messa in funzione dell’impianto, ovvero:

  1. Analisi di fattibilità
  2. Progettazione
  3. Installazione
  4. Pratiche ENEL, GSE, Comune, Provincia etc.
  5. Attivazione
  6. Assistenza

Ricevi una consulenza gratuita

Le nostre consulenze e preventivi sono sempre gratuiti e senza alcun impegno d’acquisto. E’ possibile pagare anche in comode rate mensili a tassi agevolati con durata fino a 10 anni senza acconto!

NOME *
COGNOME *
INDIRIZZO E-MAIL *
NUMERO DI TELEFONO

PER COSA CI CONTATTI?

COME POSSIAMO AIUTARTI?